Recuperare immagini cancellate dal cellulare

A chi non è capitato di cancellare anche solo per sbaglio una fotografia dal PC o dallo Smartphone?

Ci sono divresi software che permettono di recuperare file cancellati (che siano video, immagini o altri tipi di files). L’importante è che non si usi più il supporto dove è stata cancellata l’immagine. Questo per evitare che altri file generati vadano a posizionarsi nello stesso spazio della foto eliminata precedentemente. Perché quando si cancella un file, questo non viene immediatamente rimosso, ma lo spazio che occupa, viene “marcato” come riutilizzabile dal Sistema Operativo (Windows, Linux, Android, etc).
Quindi se si vuole procedere al recupero è importante non utilizzare il dispositivo.

Procediamo al recupero dei dati

Colleghiamo lo smartphone al PC in modalità Dispositivo Esterno (deve risultare come una scheda SD o disco esterno), se le immagini si trovano sulla schedina SD, si puo’ estrarla dallo smartphone e collegarla direttamente al PC.

Per recuperare le immagini ho utilizzato un semplice tool scaricabile dall’indirizzo:

http://www.cgsecurity.org/wiki/PhotoRec

E’ disponibile per Windows, Linux e Mac.
Io ho utilizzato al versione Linux, una volta decompresso l’archivio, basta eseguire da shell il comando

sudo ./photorec_static

L’eseguibile ha bisogno dei permessi di root per accedere alle informazioni dei dischi installati.
L’interfaccia, anche se da terminale, è semplice ed sufficiente seguire le istruzioni indicando qual’è la partizione che contiene i file eliminati e in quale cartella si vuole estrarre i file.
La cartella di destinazione NON DEVE ESSERE la stessa che contiene i file cancellati.

Share

Web benchmarking… siege

Tra i diversi tool per testare la risposta di un sito web, tra cui il famoso ab di apache, ho trovato questo nuovo tool:

siege

Disponibile per le diverse distribuzioni linucx (Ubuntu: sudo apt-get install siege).

L’esecuzione è molto semplice:

siege -c 5  -b http://www.sitodatestare.ext

Indica di effettuare 5 sessioni concorrenti al sito indicato, una volta avviato, premere CTRL+C per interrompere il set.
Appena interrotto visualizza un breve riepilogo sul test appena eseguito.

Share

Magento: Wrong Attribute Group ID

Se durante l’aggiornamento (o l’installazione) di una estensione vi ritrovate l’errore Wrong Attribute Group ID
verificate che nella tabella eav_attribute_group siano presenti tutti gli attributi set (tabella eav_attribute_set) associati all’attribute group name General.

Magento richiede questa associazione in quanto, quando viene aggiunto un SystemAttribute, Magento verifica tutti gli Attribute Set reucperando il Attribute Group Name General, se non esiste viene restituito l’errore Wrong Attribute Group ID.

L’errore si presenta solo durante l’installazione/aggiornamento delle estensioni e non durante il normale utilizzo di Magento.

Inserire l’associazione nella tabella eav_attribute_group e ricaricare la pagina. Non è necessario rieseguire l’installazione dal principio.

Share

Sharepoint Workflow: eseguire un delayActivity da codice

Se dovete eseguire un delayActivity all’interno di un Workflow sviluppato con Visual Studio, dovete fare attenzione che sia abilitata l’esecuzione del servizio Windows Sharepoint 2010 Timer, altrimenti il delayActitvity rimane in pending e il vostro Workflow non proseguirà la sua esecuzione.

Il tempo minimo del delayActivity è di 5 minuti, da codice è possibile configurare valori inferiori, ma il servizio Windows (SharePoint 2010 Timer) che si occupa del monitoraggio viene eseguito ad intervalli di 5 minuti, per tanto valori inferiori non saranno presi in considerazione.

Per l’abilitazione dell’escuzione del Job:

stsadm -o getproperty -pn job-workflow -url http://YOURSERVER/
stsadm -o setproperty -pn job-workflow -pv "Every 5 minutes between 0 and 59" -url http://YOURSERVER
iisreset
net stop "SharePoint 2010 Timer"
net start "SharePoint 2010 Timer"
Share

Ubuntu: Dis/Abilitare il touchpad

Se state utilizzando un Notebook vi sarà capitato di aver “accidentalmente” il touchpad mentre state digitando, in Ubuntu (almeno fino alla versione 10.10) non ho trovato una opzione che disabilita completamente il Touchpad, c’è la possibilità di disabilitare il Click da System->Preferences->Mouse ma non disabilita completamente.

Se avete collegato un mouse e volete disabilitare completamente il Touchpad potete eseguire questo semplice comando:

Disablitare il Touchpad:

xinput set-prop <strong>XX</strong> "Device Enabled" 0

Abilitare il Touchpad:

xinput set-prop <strong>XX</strong> "Device Enabled" 1

XX è l’id del device Touchpad, per risalire al ID del vostro Touchpad usate il comando:

xinput list | grep -i touchpead
Share